logo DimmidiSì
Come cucinare il cavolo verza DimmidiSì

Dritte in cucina: come cucinare il cavolo verza?

E adesso che “cavolo” cucino? Avete detto bene, infatti parliamo proprio del cavolo e di tutte le sue tantissime varietà!

A nostra disposizione proprio in questo periodo è il cavolo verza, spesso chiamato semplicemente “verza”, ingrediente della cucina italiana a volte sottovalutato. Oggi ci pensiamo noi a renderlo protagonista dei vostri piatti: buono, genuino e ricco di proprietà, eccovi una guida completa su come prepararlo, dalle ricette più classiche a quelle più originali!

Fa bene perché…

Tipica della stagione autunno/inverno, la verza è un tesoro di vitamine e sali minerali, la base perfetta per creare piatti ipocalorici, ma all’insegna del sapore. Questa verdura contiene infatti pochissime calorie (sono circa 30 kcal per 1 etto) e pochi grassi, oltre a possedere un elevato potere saziante. La verza racchiude in sé anche  vitamina A, importante per la vista e la pelle, vitamina C, per il sistema immunitario e vitamina K, fondamentale per la coagulazione del sangue.

In cucina…

Prima di mettersi all’opera, soprattutto se si è alle prime armi, è necessario fare una premessa su come pulire questo ortaggio. Iniziate quindi a eliminare le foglie esterne più scure (potete riutilizzarle per un buon brodo) e tagliate la verza in quarti. Togliete anche la radice centrale e tagliate il rimanente a striscioline sottili. Lavate bene il vostro cavolo verza e preparatevi a cominciare.

Come portare in tavola il cavolo verza? Bollito o stufato è sempre buonissimo! Potete sbollentarlo e servirlo con olio, sale e un pizzico di pepe oppure preparare un’ottima verza stufata: vi basterà far rosolare uno spicchio d’aglio insieme a un filo d’olio, da arricchire a piacere con rosmarino, pancetta oppure con del curry o con della curcuma. Se siete alla ricerca di una ricetta classica, i pizzoccheri e la cassoeula, sono i piatti tradizionali più famosi. Buonissimi anche gli involtini di verza ripieni di riso o di carne, così come gli sformati, da preparare alternando strati di foglie di verza a strati di formaggio.

Non perdetevi il cavolo verza nemmeno per l’happy hour. Provate a sostituire le classiche patatine con delle sfiziose chips al cavolo verza, l’ideale per un aperitivo genuino, da offrire agli amici sportivi o alle amiche attente alla linea. Staccate delicatamente le foglie più interne e lavatele accuratamente. Disponetele su una teglia e conditele con olio, sale e spezie a piacere, infornate il tutto in forno già caldo a 200° per circa 10 minuti. E voilà… eccovi un finger food dorato e croccante, da sgranocchiare allegramente insieme ai vostri ospiti.

Siete alla ricerca di una buona zuppa per la cena? Provate il nostro minestrone di verdure, che racchiude in sé ben 11 tipi di ortaggi, tra cui non poteva mancare la verza. Una ricetta fonte di proteine, pronta da gustare e buona come fatta in casa, perché preparata secondo la tradizione della cucina italiana.

Tutti pronti a cucinare il cavolo verza? Siamo sicuri che d’ora in poi sarà sempre al centro del vostro piatto!

Categoria: Cose buone