Zenzero

Tutti pazzi per lo zenzero

Lo zenzero, una spezia dalle molteplici proprietà che viene sempre più usata in cucina per la preparazione di gustose pietanze. Ma sapevate che fa anche molto bene? Leggete l’articolo per saperne di più!

Lo zenzero: qualche nozione di botanica
Conosciuto con il nome scientifico Zingiber officinale, lo zenzero è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae in cui è incluso anche il cardamomo.
È originario dell’Estremo oriente e viene ampiamente coltivato nelle regioni tropicali e sub-tropicali.
La porzione che viene utilizzata per scopi alimentari è una la radice costituita da diverse ramificazioni. Se ne conoscono molte varietà, ma quelle maggiormente reperibili sono lo zenzero bianco e lo zenzero grigio che si differenziano solo per il colore della buccia ma hanno gli stessi gusto e proprietà.

I benefici dello zenzero
Le proprietà dello zenzero devono essere attribuite ad alcuni principi attivi, alcuni dei quali vengono utilizzati da secoli nella medicina popolare e in quella naturale. Tra gli oli essenziali quello maggiormente presente è lo zingiberene. Invece il gingeroli e lo shogaoli ne determinano il sapore pungente.

Lo zenzero agisce sull’organismo a 360°: una vera e propria fonte di energia!
Assunto ogni giorno, contribuisce a migliorare il nostro benessere, facendoci sentire più attivi, giovani ed energici. Non a caso lo zenzero ha proprietà antiossidanti, rinvigorenti ed antidolorifiche. Tutto ciò lo rende ideale per:
favorire la digestione e ridurre la sensazione di nausea: masticare un pezzetto di radice (o sorseggiare il tè a base di zenzero) dopo i pasti aiuta a migliorare i processi digestivi;
potenziare il sistema immunitario: grazie ai principi attivi presenti, lo zenzero contribuisce a proteggerci dalle influenze;
bruciare grassi: il gingerolo contenuto nella radice aiuta a bruciare i grassi.

Come conservare lo zenzero
Secondo vecchie tradizioni, lo zenzero veniva conservato sotto la sabbia, poiché si credeva creasse un microclima ideale al mantenimento.
Oggi, però, potete conservare questa preziosa spezia in modi molto più semplici, vediamo quali:
-Riporla nel frigorifero in un sacchetto di carta;
-Chiuderla in un barattolo di vetro;
-Tagliarla a fette e congelarla.

Gli usi in cucina
Lo zenzero fresco può essere usato in cucina grattugiato ed aggiunto come ingrediente a zuppe, minestre, vellutate e pietanze a base di pesce e carne.
Si può trovare in commercio anche sotto forma di polvere, generalmente nello scaffale delle spezie.
A base di zenzero è lo gingerbread, dolce che si prepara durante il periodo natalizio particolarmente apprezzato dai bambini: si tratta di biscotti a forma di omino realizzati con impasto di zenzero, chiodi di garofano e cannella. Secondo una leggenda inglese, gli omini di pan di zenzero risalgono alla regina Elisabetta I che era solita offrire, come dono natalizio ai suoi cortigiani, biscotti che richiamavano le sue fattezze.

Tisana allo zenzero: come prepararla?
Se la sera volete scaldarvi con una deliziosa tisana rigenerante, provate con quella a base di zenzero. Prepararla è molto semplice: basta immergere qualche fettina di radice sbucciata in acqua precedentemente portata ad ebollizione; dopo qualche minuto sarà pronta! Se volete renderla più gustosa, aggiungete anche qualche goccia di limone o un cucchiaino di miele: sarà una vera e propria coccola per il vostro corpo!

Potete assaporare lo zenzero anche nel nostro estratto White Tonic Zenzero e Limone, una bevanda dissetante che vi darà tutte le energie per iniziare al meglio la giornata!

 

Categoria: Cose buone