logo DimmidiSì
curry dimmidisì

Viaggio nel Gusto d’Oriente: curry, il perfetto mix di spezie e benessere

Dal Taj Mahal a Jaipur, tra laghi, panorami e templi che sembrano fiori di loto: oggi assaporiamo insieme lo speciale gusto d’Oriente. Pensando all’India e ai suoi profumi, il primo pensiero va inevitabilmente al curry. Si tratta di un modo di cuocere la carne insieme a diverse spezie – curcuma, zenzero, pepe nero, chiodi di garofano, coriandolo, cumino, noce moscata, zafferano e peperoncino – che mescolate insieme sono chiamate appunto curry. Questa antichissima miscela può declinarsi in tantissime versioni, oltre 50, e in India è molto, molto di più di una semplice ricetta. Meglio definirlo il comfort food per eccellenza, cibo di conforto per l’anima e per il corpo. Siete pronti a scoprirne tutti i benefici? Andiamo!

Curry: il giallo che fa bene

Essendo composto da più spezie, il curry racchiude in sé molte proprietà. I suoi benefici detox sono da attribuire quasi interamente alla curcuma. Questa spezia, chiamata anche “zafferano delle Indie” è un toccasana per l’organismo. Grazie al suo principio attivo, la curcumina, svolge infatti diverse importanti funzioni: antiossidante, antinfiammatoria e depurativa. A completare la missione detox sono il pepe nero e lo zenzero, utile anche per migliorare la digestione e regolare il metabolismo. I chiodi di garofano hanno invece un’azione antibatterica e disinfettante del cavo orale, il coriandolo ha la capacità di contrastare alcuni tipi di funghi e infine il cumino aiuta a combattere il gonfiore addominale.

In cucina con il curry: il pollo perfetto e non solo…

Secondo quanto emerge da una recente ricerca Doxa Advice/Unaitalia è proprio il pollo al curry il piatto etnico più amato dagli italiani. Ma a cosa dovete prestare attenzione per la sua preparazione, se siete nuovi alla cucina indiana? Qui vi sveliamo ogni segreto:

  • Equilibrio delle spezie. Vi suggeriamo di utilizzare il masala, un mix che comprende una decina di spezie diverse, dosate in modo sapiente e con la giusta proporzione. L’unico che potrete usare a vostro piacere è il peperoncino, da aggiungere a seconda dei vostri gusti.
  • Non bruciare le spezie. Il curry va solo delicatamente arrostito: se si brucia perde il suo inconfondibile aroma e in quel caso… occorre ricominciare da capo!
  • Il riso da abbinare. Il riso classico da utilizzare in accompagnamento al pollo è senza ombra di dubbio il basmati. Diverse ricette abbinano al pollo al curry delle verdure, ma meglio servirle a parte per non alterare il gusto del pollo.

Saporitissimo, profumatissimo e appetitoso, il curry è perfetto per dare un tocco speziato anche a tantissimi altri secondi piatti, sia di carne che di pesce, ma è ottimo anche in aggiunta ai primi, alle uova e alle verdure oppure nel brodo e nelle zuppe. Avete detto zuppa? Provate la nostra originalissima Zuppa Mumbai, ispirata a una ricetta tradizionale del centro e del sud dell’India: un sapore sopraffino per un’esperienza unica!

Tutti pronti a cucinare il curry? Per viaggiare lontano… ogni volta che volete!

Categoria: Cose buone